Mantra e Meditazione

Ad ognuno la propria meditazione.
Proponiamo l’uso dei mantra
e l’uso di visualizzazioni creative.

I saggi che scrissero i Veda (i testi sacri degli antichi rishi), dopo aver esaminato la respirazione e il linguaggio, scoprirono che ogni suono, ogni vibrazione ha un suo specifico effetto sensoriale che, oltre all’udito, coinvolge tutto il corpo. La parola mantra deriva dal sanscrito “manas”, che sta ad indicare il “complesso mentale”. Il mantra é uno strumento di pensiero che indica la parola sacra, la vibrazione sonora spirituale che opera per effetto del suono a livello coscenziale ed ha come risultato una modificazione della realtà sul piano fisico e psichico. Infatti provando a ripetere il mantra di “OM” per un tempo prolungato, cominceremo a sentire una forte vibrazione nel corpo e conseguentemente una quiete mentale. Esistono tanti tipi di mantra nelle diverse tradizioni.

Dai Veda ci sono state tramandate tecniche meditative aventi per oggetto delle immagini: persone, divinità, cose. Attraverso una conduzione vocale e/o musicale, l’insegnante condurrà l’allievo (solitamente disteso o seduto) in una visualizzazione creativa.
La mente quindi verrà incanalata su una tematica che seguirà un filo conduttore.
Questo esercizio nel tempo aiuterà l’allievo praticante a concentrarsi, evitando distrazioni. Solitamente usiamo la visualizzazione per il rilassamento al termine della lezione. 

 

Se sei interessato alla lettura di alcuni mantra vai alla sezione “RISORSE” alla voce DOCUMENTI